Rogna (Pseudomonas savastanoi)

Le colonie di questo batterio sono di color bianco con sfumature verdi. Il danno si evidenzia solo in alcuni casi e in pratica quando si ha il disseccamento delle porzioni di ramo attaccate dal batterio. Caratteristica peculiare della malattia è la comparsa sui rami legnosi di tubercoli, di qualche centimetro di diametro, di color verde chiaro. Questi tubercoli sono la risposta della pianta al patogeno la quale produce ormoni per limitare lo sviluppo e la diffusione del batterio. Dapprima non sono lignificati, successivamente suberificano e compaiono delle fenditure dalle quali il batterio viene fuori dopo una pioggia o elevata umidità. Le infezioni possono avvenire entro un ampio intervallo di tempera­tura, da 4 °C fino a 38°C, e sono favoriti da umidità conseguente a pioggia anche di durata limitata. Il batterio penetra attraverso microlesioni di na­tura fisica o traumatici, quali tagli di potatura, danni da freddo, grandi­nate ecc, che di natura biologica (punture di insetti e cicatrici fogliari). La lotta a questo batterio è piuttosto difficile, poiché non è possibile usare in agricoltura antibiotici, gli unici prodotti veramente efficaci.